stampa
mail
pdf

4/7/2019

Approvato il Bilancio al 31 dicembre 2018 di De Agostini S.p.A.

PERFORMANCE OPERATIVE IN MIGLIORAMENTO

CON UN RISULTATO NETTO DI GRUPPO POSITIVO PER 117 M€ 

DIVIDENDI DALLE PARTECIPATE 

AL SISTEMA HOLDING PARI A 119 M€

 

Novara, 3 luglio 2019. L’Assemblea degli Azionisti di De Agostini S.p.A., riunitasi sotto la presidenza di Marco Drago, ha approvato il Bilancio d’Esercizio al 31 dicembre 2018 e ha preso visione del Bilancio Consolidato alla stessa data, quest’ultimo predisposto secondo i Principi Contabili Internazionali IAS/IFRS.

In sintesi, a livello consolidato:

  • Ricavi Netti paria 4.497 M€ (milioni di Euro), in diminuzione rispetto al 2017 del 6%, scontando soprattutto la variazione di perimetro per la cessione di Double Down Interactive da parte di IGT, e Margine Operativo Lordo (EBITDA) attestato a 1.546 M€ (pari al 34% dei Ricavi Netti, in miglioramento rispetto al 31% del 2017);
  • Ordinary EBIT positivo per 760 M€, in deciso progresso rispetto al 2017, principalmente per le migliori performance operative e per la progressiva riduzione degli ammortamenti legati alla Purchase Price Allocation di IGT;
  • Risultato Netto di Gruppo positivo per 117 M€;
  • Posizione Finanziaria Netta pari a -7.589 M€, rispetto a -6.997 M€ alla fine del 2017, in miglioramento in De Agostini Editore e in DeA Capital, mentre IGT ha scontato il residuo pagamento dell’upfront fee legato al rinnovo della concessione del Gratta & Vinci (-750 M€ nell’esercizio).

A livello di Sistema Holding – comprendente De Agostini S.p.A. e le altre società-holding da questa controllate – l’indebitamento finanziario netto è risultato pari a 493 M€, sostanzialmente stabile rispetto all’anno precedente.

Ancora a livello di De Agostini S.p.A., si ricorda l’operazione di ribilanciamento del portafoglio impostata nel 2018 e avente come sottostante una quota del 9% circa di IGT. In particolare, la Società ha sottoscritto con Credit Suisse una serie di accordi entrando in una struttura di Collar Option su n. 18 milioni di azioni IGT (rappresentanti il 9% circa del capitale della controllata, a valere sul 51% circa complessivamente posseduto). La struttura, costruita a tranche con scadenze semestrali da 4 a 5,5 anni, si è sostanziata per De Agostini S.p.A. nell’acquisto di opzioni Put e nella vendita di opzioni Call.
L’operazione, definita in un quadro di mantenimento del controllo da parte di De Agostini S.p.A. sulla principale partecipata, potrebbe portare in futuro ad una monetizzazione della quota in esame con un valore minimo garantito, che consentirebbe da un lato il sostanziale azzeramento del debito bancario del Sistema Holding e dall’altro, appunto, un ribilanciamento strutturale del peso della stessa IGT sul complesso del portafoglio partecipativo di Gruppo.

Il Net Asset Value del Gruppo si è attestato a 2.237 M€, a fronte di un Patrimonio Netto di pertinenza pari a 1.763 M€. 

Per quanto riguarda la Capogruppo De Agostini S.p.A., il risultato netto registrato nel 2018 è stato positivo per 45,0 M€; su proposta del Consiglio di Amministrazione, l’Assemblea della Società ha deliberato di distribuire un dividendo pari a 0,60 €/azione (per complessivi 24,9 M€), inalterato rispetto al dividendo dell’anno scorso.

* * *

Di seguito l’andamento per settore di attività.

Attività Editoriali

In De Agostini Editore è proseguito il processo di de-risking e rifocalizzazione, conseguendo l’obiettivo di concentrazione sui tre segmenti del Partworks, dei Libri e del Digital. I risultati complessivi sono in deciso miglioramento, grazie alla riduzione delle perdite nel Partworks, alla più che buona performance di De Agostini Scuola, nonché a componenti non-ricorrenti principalmente attribuibili al phase-out del Direct Marketing. Per favorire il definitivo riequilibrio economico delle attività, nel Partworks in particolare è stata tra l’altro avviata con Grupo Planeta-De Agostini una joint venture operativa, focalizzata sul mercato europeo, con la condivisione di best practices commerciali, organizzative e di prodotto.
I Ricavi Netti delle attività in esame sono scesi a 333 M€, mentre l’EBITDA è risultato positivo per 25 M€, beneficiando del processo di ristrutturazione intrapreso nel Partworks negli anni precedenti, e, come sopra detto, dei buoni risultati di De Agostini Scuola e dell’attività di phase-out del Direct Marketing.

Attività Media & Communication

Relativamente a Banijay Group Holding, il 2018 si è chiuso con risultati sostanzialmente stabili rispetto all’anno precedente, confermando la buona redditività operativa; tenuto conto della quota di minoranza posseduta nel capitale, il coinvolgimento del Gruppo è in linea di principio orientato alla valorizzazione a termine dell’investimento nella società e in questa prospettiva il Gruppo De Agostini continua a monitorare la strategia di crescita perseguita dalla stessa.
Banijay Group Holding ha registrato Ricavi per 827 M€, con un EBITDA di oltre 120 M€.

In Grupo Planeta-De Agostini, a fronte di una performance complessivamente positiva dell’attività editoriale e in particolare della formazione, sono cominciati a manifestarsi – dopo anni di buona crescita – alcuni segnali di rallentamento in Atresmedia. Nonostante i positivi risultati in termini di audience e di profittabilità, la generale riduzione del mercato della raccolta pubblicitaria nei canali televisivi – causata sia dall’ingresso di nuovi operatori “internet-based”, sia dal disallineamento del trend rispetto al quadro macro-economico spagnolo di crescita del PIL – sta imponendo alla società il perseguimento di nuove strategie/fonti di reddito.
Atresmedia ha registrato Ricavi per 1.042 M€, con un EBITDA pari a 187 M€ e un utile netto di 88 M€ (126 M€, escludendo il write-off di deferred tax assets per 38 M€).

Si fa presente che per le regole contabili con le quali viene predisposto il Bilancio Consolidato del Gruppo De Agostini, le partecipazioni indirette in Banijay Group Holding e Atresmedia sono recepite con il metodo del patrimonio netto (equity method), senza includere quindi le grandezze operative sulle rispettive linee di pertinenza.

Attività Giochi e Servizi

Con riferimento a IGT, sono stati registrati solidi risultati nel segmento delle Lotterie, sia in Italia, sia in Nord America, supportati da una continua innovazione di prodotto; dopo il completamento del ciclo di rinnovo di contratti / concessioni nel quale IGT è stata impegnata negli ultimi anni – in particolare in Italia, con il Lotto e il Gratta & Vinci – la società si è posizionata al meglio per continuare nel percorso di crescita di questo settore di business.
Più articolata si è presentata invece l’evoluzione delle attività nel Gaming, a livello sia di Nord America, sia dell’Internazionale; i risultati sono ancora in parte sotto le attese, ma sono emersi comunque segnali confortanti, rivenienti dal lancio di nuovi prodotti molto apprezzati nell’evento espositivo di riferimento del settore – quale il G2E di Las Vegas – e soprattutto corroborati dal buon andamento delle vendite nei trimestri di fine 2018 e inizio 2019.
Rimangono aree di miglioramento, in particolare nell’Internazionale e nelle attività di recurring revenues in Nord America, ma vi è piena fiducia nella capacità del management di consolidare il trend di recupero e ritornare al percorso di sviluppo e creazione di valore che fa parte degli obiettivi del Gruppo.
IGT ha conseguito Ricavi Netti pari a 4.101 M€, con un EBITDA pari a 1.482 M€; da segnalare che i risultati registrati nel 2017 avevano riflesso il consolidamento di Double Down Interactive per i primi cinque mesi dell’anno.

Attività Finanziarie

DeA Capital ha registrato un altro anno positivo, con Asset Under Management in crescita – sino a quasi 12 miliardi di Euro, a conferma della posizione di leadership nell’Alternative Asset Management in Italia – e tutti gli indicatori economici e finanziari in miglioramento (anche grazie anche ad alcune importanti valorizzazioni di attività di private equity). In linea con la strategia che in passato ha spesso caratterizzato le partecipate del Gruppo – ovvero di consolidamento della posizione in Italia e successiva “esportazione” del modello di business all’estero – nel real estate asset management, la società ha altresì avviato in Francia e Spagna / Portogallo due joint ventures con team locali caratterizzati da specifica esperienza e conoscenza dei rispettivi mercati; si ritiene che tali iniziative possano costituire nei prossimi anni un ulteriore motore di crescita della piattaforma di gestione.

Infine, relativamente ad Assicurazioni Generali, la compagnia sta continuando a registrare risultati importanti in tutte le aree di business, Rami Danni e Vita, nonché Asset Management. Nel nuovo piano strategico presentato alla fine del 2018 sono stati fissati obiettivi ambiziosi – quali il rafforzamento delle posizioni in Europa (Italia e Germania principalmente) e la creazione di una piattaforma globale di asset management – accompagnati dal miglioramento della generazione di cassa e conseguentemente della capacità di remunerare gli azionisti.

* * *

Successivamente all’Assemblea di De Agostini S.p.A., si è tenuta l’Assemblea ordinaria degli Azionisti della Controllante B&D Holding S.p.A., che ha approvato il Bilancio d’Esercizio al 31 dicembre 2018, chiuso con un utile di 19,0 M€ (rispetto a 17,9 M€ registrati nel 2017).

* * *

Riorganizzazione societaria

E’ stato altresì approvato dalle rispettive Assemblee, in sede straordinaria, un progetto di riorganizzazione societaria che coinvolge De Agostini S.p.A., la controllante B&D Holding S.p.A. e la società interamente controllata da quest’ultima, B&D Finance S.p.A.; la riorganizzazione è volta a riunire in De Agostini S.p.A le attività di gestione partecipativa e di investimento svolte da B&D Holding S.p.A. e da B&D Finance S.p.A. e ad articolare la compagine societaria di B&D Holding S.p.A. e De Agostini S.p.A. secondo le modalità più opportune concordate all’unanimità tra i Soci.
Per effetto della riorganizzazione è anche previsto che De Agostini S.p.A. acquisisca da B&D Holding S.p.A. un’ulteriore quota di partecipazione in Assicurazioni Generali S.p.A. (pari allo 0,25% del capitale sociale di quest’ultima, quindi per un totale dell’1,71% tenuto conto della partecipazione già posseduta).

In termini formali, è previsto che la riorganizzazione venga eseguita con:

  • una scissione parziale non proporzionale di B&D Holding S.p.A. a favore di De Agostini S.p.A., per effetto della quale verrà trasferita a quest’ultima la participazione in B&D Finance S.p.A. (detentrice, tra l’altro, delle azioni Assicurazioni Generali sopra citate, nonché di una quota di partecipazione pari al 35,5% di Camperio SIM);
  • la contestuale fusione della stessa B&D Finance S.p.A. in De Agostini S.p.A.

Si fa presente che per effetto della riorganizzazione è previsto che la quota di partecipazione detenuta da B&D Holding S.p.A. in De Agostini S.p.A. si attesti al 65,3% del capitale sociale di quest’ultima (ovvero al 61,2% considerando anche le azioni di categoria speciale detenute da Investendo Due), mentre la quota detenuta dagli Azionisti Diretti (rappresentati dai vari rami delle Famiglie Boroli-Drago) aumenti al 34,7%.

In parallelo a quanto sopra, si fa inoltre presente che in sede straordinaria sono stati altresì approvati:

  • subordinatamente al perfezionamento delle operazioni di cui sopra, l’adozione di un nuovo testo di statuto sociale per De Agostini S.p.A. e B&D Holding S.p.A.;
  • l’annullamento della totalità delle azioni proprie di De Agostini S.p.A. (pari al 14% circa del capitale sociale).

Si prevede che la riorganizzazione abbia efficacia ad inizio 2020.


 

De Agostini

De Agostini è un Gruppo internazionale a capitale familiare, organizzato in forma di conglomerata finanziaria, presente in settori industriali (Editoria attraverso De Agostini Editore, Media & Communication attraverso Banijay Group Holding e Grupo Planeta-De Agostini/Atresmedia, Giochi e Servizi attraverso IGT) e nel settore finanziario (attraverso DeA Capital e la partecipazione in Assicurazioni Generali).
De Agostini Editore opera a livello internazionale nel segmento del Partworks (Collezionabile) ed in Italia in quelli dei Libri e del Digital. Banijay Group Holding è il più importante operatore indipendente a livello internazionale nel settore del Content Production, prevalentemente televisivo. Atresmedia è co-leader nel TV Broadcasting in Spagna. IGT è l’operatore leader a livello mondiale nel settore dei giochi e dei servizi correlati. DeA Capital è la più importante piattaforma indipendente di alternative asset management (Private Equity e Real Estate) in Italia.

Scarica il file