stampa
mail
pdf

25/7/2018

Approvato il Bilancio al 31 dicembre 2017 di De Agostini S.p.A.

RAFFORZAMENTO STRATEGICO IN TUTTE LE AREE DI BUSINESS

FOCUS SULLA GENERAZIONE DI CASSA, ANCHE ATTRAVERSO LA DISMISSIONE DI ATTIVITA’ “NON CORE

POSIZIONE FINANZIARIA NETTA CONSOLIDATA IN MIGLIORAMENTO DI OLTRE 1.000 M€

DIVIDENDI DALLE PARTECIPATE AL SISTEMA HOLDING PARI A 153 M€

Novara, 25 luglio 2018. L’Assemblea degli Azionisti di De Agostini S.p.A., riunitasi sotto la presidenza di Marco Drago, ha approvato il Bilancio d’Esercizio al 31 dicembre 2017 e ha preso visione del Bilancio Consolidato alla stessa data, quest’ultimo predisposto secondo i Principi Contabili Internazionali IAS/IFRS.

In sintesi, a livello consolidato:

  • Ricavi Netti pari a 4.794 M€ (milioni di Euro) e Margine Operativo Lordo (EBITDA) pari al 31%, sostanzialmente in linea con il 2016 considerando le variazioni di perimetro, in particolare per la cessione di Double Down Interactive da parte di IGT, gli effetti-cambio e l’adozione di nuovi principi contabili sui ricavi derivanti dal Gioco del Lotto in Italia;
  • Risultato ante-imposte ordinario (ORDINARY EBT) positivo per 186 M€, con un Risultato Netto di Gruppo negativo per 517 M€, principalmente a seguito di effetti-cambio (-391 M€, a livello consolidato) e dell’allineamento di valore registrato da IGT con riferimento alle attività North America Gaming & Interactive (-642 M€). In relazione a tale allineamento, vale comunque evidenziare che analizzando il fair value totale di IGT – quindi includendo anche le attività nel segmento delle Lotterie – si è registrata una sostanziale conferma dei valori complessivi evidenziati a fine 2016; in altri termini, l’allineamento di valore in esame non ha espresso, di fatto, una riduzione del fair value complessivo di IGT, bensì una diversa distribuzione del valore tra le varie aree d’affari;
  • Posizione Finanziaria Netta in sensibile miglioramento a -7.011 M€ (rispetto al dato di -8.085 M€ registrato a fine nel 2016), grazie soprattutto alle dimissioni realizzate, in particolare Double Down Interactive (operante nelle attività di “social gaming”) da parte di IGT.

A livello di Sistema Holding – comprendente De Agostini S.p.A. e le altre società-holding da questa controllate – l’indebitamento finanziario netto è risultato in calo a 503 M€ (rispetto ai 580 M€ registrati al 31 dicembre 2016), grazie al consistente flusso di dividendi garantito nell’anno dalle partecipate (153 M€).

Il Net Asset Value del Gruppo si è attestato a 3.126 M€, a fronte di un Patrimonio Netto di pertinenza pari a 1.651 M€.

Per quanto riguarda la Capogruppo De Agostini S.p.A., il risultato netto registrato nel 2017 è stato positivo per 58,4 M€, rispetto ai 16,3 M€ consuntivati nel 2016. Su proposta del Consiglio di Amministrazione, l’Assemblea della Società ha deliberato di distribuire un dividendo pari a 0,60 €/azione (per complessivi 24,9 M€), rispetto al dividendo pari a 0,56 €/azione dell’anno precedente (+7%).

* * *

 Di seguito l’andamento per settore di attività.

Attività Editoriali

In De Agostini Editore è proseguita l’impegnativa opera di razionalizzazione del portafoglio, ormai concentrato sulle tre business units, Partworks, Libri e Digital.

Il turn-around del Partworks, anche per le ormai strutturali difficoltà del mercato di riferimento, sta richiedendo sforzi straordinari, con un profondo ripensamento delle tecniche di acquisizione dei clienti e del modello distributivo.

Nella business unit Libri sono stati conseguiti buoni risultati, soprattutto con il consolidamento della quota di mercato nel segmento Scuola e con l’avvio della nuova partnership strategica – DeA Planeta Libri – tra De Agostini Libri e Planeta Corporación.

Nel Digital sono state avviate diverse nuove iniziative, tra cui il lancio di un nuovo canale TV ( “Alpha” sul canale 59 del digitale terrestre).

Nell’arco dei prossimi diciotto mesi l’obiettivo riconfermato è di recuperare l’equilibrio economico-finanziario delle attività editoriali nel loro complesso, sfruttando anche le performance soddisfacenti nei Libri e nel Digital.

I Ricavi Netti delle attività in esame sono scesi a 387 M€, mentre l’EBITDA è risultato negativo per 17 M€.

Attività Media & Communication

In Banijay Group sono state realizzate importanti iniziative di sviluppo, attraverso sia l’acquisizione di nuovi IPs – in particolare il formatSurvivor” – che hanno migliorato il portafoglio contenuti, sia selettive operazioni di Merger & Acquisition, creando le premesse per un’ulteriore crescita nei prossimi anni.

Inoltre, è stata rafforzata la struttura patrimoniale/finanziaria del gruppo, con il coinvolgimento nel capitale dei principali managers dell’azienda, nonché con un’importante operazione di rifinanziamento (caratterizzata dal debutto di Banijay Group sul mercato degli Euro-Bond).

In sintesi, a due anni dall’integrazione tra Banijay e Zodiak Media, Banijay Group si presenta oggi come il più importante operatore indipendente a livello internazionale nel settore del Content Production, gestito da un management molto capace e con una compagine azionaria di elevato standing.

Banijay Group ha registrato Ricavi per circa 850 M€, con un EBITDA di oltre 110 M€.

Sempre nel Media & Communication vanno segnalati i risultati importanti conseguiti da Atresmedia, che ha consolidato la propria posizione di co-leadership nel mercato televisivo spagnolo; la buona performance economico-finanziaria ha consentito la distribuzione di consistenti dividendi da parte della società, anche di natura straordinaria, mantenendo comunque una solida struttura patrimoniale e finanziaria.

Atresmedia ha registrato Ricavi per 1.052 M€, il livello più elevato mai raggiunto dalla società, con un EBITDA superiore ai 200 M€ e un utile netto di 142 M€ (per questi ultimi il miglior risultato degli ultimi 10 anni).

Si fa presente che per le regole contabili con le quali viene predisposto il Bilancio Consolidato del Gruppo De Agostini le partecipazioni indirette in Banijay Group e Atresmedia sono recepite con il metodo del patrimonio netto (equity method), senza includere quindi le grandezze operative sulle rispettive linee di pertinenza.

Attività Giochi e Servizi

IGT ha rafforzato la leadership nel segmento delle Lotterie, con alcuni importanti rinnovi di contratti/concessioni, tra cui il Gratta & Vinci in Italia (dopo il rinnovo nel 2016 dell’altra importante concessione nel nostro paese, relativa al Gioco del Lotto). La stessa IGT ha inoltre completato la cessione di Double Down Interactive e di altre attività “non core”, rafforzando la struttura patrimoniale.

La sfida dei prossimi anni è quella di concentrarsi ulteriormente sul rilancio del Gaming, per il quale il contesto competitivo si sta rivelando più complesso di quanto previsto al momento dell’acquisizione della Legacy IGT.

IGT ha conseguito Ricavi Netti pari a 4.339 M€, con un EBITDA pari a 1.485 M€. Da segnalare che i risultati registrati nel 2017 hanno risentito del deconsolidamento di Double Down Interactive (inclusa per i soli primi cinque mesi dell’anno) e della nuova contabilizzazione dei ricavi derivanti dal Gioco del Lotto (espressi di fatto al netto dell’ammortamento annuale del costo sostenuto per il rinnovo della concessione).

Attività Finanziarie

DeA Capital ha consolidato la leadership in Italia nel settore dell’Alternative Asset Management (con oltre 11.500 M€ di Assets Under Management), evidenziando una particolare dinamicità nell’offerta di nuovi prodotti, soprattutto nel segmento dei fondi chiusi di real estate e in quello di recente sviluppo delle SPAC (Special Purpose Acquisition Company). In questo contesto DeA Capital si conferma come la piattaforma più importante per le scelte di investimento “alternative” in Italia, con capacità consolidate di fund-raising e di esecuzione di operazioni anche ad elevata complessità strutturale.

Si segnala che nell’ottobre del 2017 è divenuto efficace il cambio di denominazione sociale (“rebranding”) delle due SGR controllate da DeA Capital, con IDeA Capital Funds SGR e IDeA Fimit SGR che hanno assunto le nuove denominazioni rispettivamente di DeA Capital Alternative Funds SGR e DeA Capital Real Estate SGR.

Infine, in relazione all’investimento in Assicurazioni Generali va segnalato il conseguimento di risultati operativi nuovamente su livelli record per la compagnia, grazie alle performance del Ramo Vita e delle attività di Investments, Asset & Wealth Management, nonché al raggiungimento anticipato degli obiettivi di contenimento dei costi; questi risultati hanno consentito l’ennesimo aumento, negli ultimi anni, del dividendo per azione, già posizionato in termini di yield tra i più interessanti di tutto il listino italiano.

* * *

Da segnalare che successivamente alla chiusura del periodo, nel quadro di un ribilanciamento del profilo di rischio del proprio portafoglio, De Agostini S.p.A. ha sottoscritto con Credit Suisse una serie di accordi relativi all’ingresso da parte della stessa De Agostini S.p.A. in una struttura di Collar Option su n. 18 milioni di azioni IGT (rappresentanti il 9% circa del capitale della controllata, a valere sul 51% circa complessivamente posseduto).

Propedeuticamente alla sottoscrizione dei suddetti accordi, Credit Suisse ha provveduto a collocare sul mercato, a titolo di “delta hedging”, una frazione del numero complessivo delle azioni IGT sottostanti all’operazione (prese a prestito da terzi), ad un prezzo di riferimento pari a 28,25 US$/azione IGT.

La struttura, costruita a tranche con scadenze semestrali da 4 a 5,5 anni, si è sostanziata per De Agostini S.p.A. nell’acquisto di opzioni Put e nella vendita di opzioni Call, espresse in percentuale (in base alla scadenza della singola tranche) del prezzo relativo al collocamento da parte di Credit Suisse.

L’operazione potrebbe comportare la monetizzazione a termine della quota di IGT sottostante; in questa prospettiva si può considerare potenzialmente azzerato l’indebitamento bancario netto del Sistema Holding, a conclusione del percorso intrapreso da diversi anni e molto focalizzato sulla generazione di cassa.

* * *

Successivamente all’Assemblea di De Agostini S.p.A., si è tenuta l’Assemblea ordinaria degli Azionisti della Controllante B&D Holding, che ha approvato il Bilancio d’Esercizio al 31 dicembre 2017, chiuso con un utile di 17,9 M€ (rispetto ai 16,1 M€ registrati nel 2016). Nella medesima giornata si è tenuta altresì l’Assemblea straordinaria, che ha approvato la trasformazione di B&D Holding in S.p.A., al fine di ottimizzare l’assetto proprietario e con la conferma delle cariche sociali.

* * *

Per ulteriori informazioni:
Elena Dalle Rive
Capo Ufficio Stampa De Agostini S.p.A.
Telefono: +39 02 62499592 / Cell. +39 335 7835912
elena.dallerive@deagostini.it


De Agostini

De Agostini è un Gruppo internazionale a capitale familiare, organizzato in forma di conglomerata finanziaria, presente in settori industriali (Editoria attraverso De Agostini Editore, Media & Communication attraverso Banijay Group e Grupo Planeta-De Agostini/ Atresmedia, Giochi e Servizi attraverso IGT) e nel settore finanziario (attraverso DeA Capital e la partecipazione in Assicurazioni Generali).
De Agostini Editore opera in 30 Paesi nei segmenti del Partworks (Collezionabile), dei Libri e del Digital. Banijay Group è il più importante operatore indipendente a livello internazionale nel settore del Content Production. Atresmedia è co-leader nel TV Broadcasting in Spagna. IGT è l’operatore leader a livello mondiale nel settore dei giochi e dei servizi correlati. DeA Capital opera negli “alternative investments”, con investimenti di private equity e la più importante piattaforma di alternative asset management (Private Equity, Real Estate e NPL) in Italia.

Scarica il file